Voucher lavoratori spettacolo


Infatti, vale la pena di evidenziare che tagli di fontana tra i destinatari dei voucher ci potrebbero essere tanti musicisti sottoccupati appartenenti allex sistema contributivo ai quali farebbe senzaltro comodo che la" contributiva allinterno dei voucher fosse ricondotti al loro fondo pensionistico, al fine di ritrovarsi un domani.
Va premesso che, già nel 2003, lallora ente di previdenza degli artisti, lenpals (oggi Inps, gestione exEnpals) aveva rigettato lapplicabilità della legge Biagi nello spettacolo, cioè: lesenzione contributiva entro.000 euro per il taglio capelli per viso triangolare verso il basso lavoro occasionale.In particolare, precisa I'Inps, «è possibile attivare il lavoro accessorio tenendo conto esclusivamente del limite di carattere economico stabilito in quanto esclusivo «elemento qualificatorio della prestazione di lavoro accessorio».Comma 188) che esenta dai contributi previdenziali, ma non da ritenuta dacconto, Inail e contributi minori?Jobs act, che ha eliminato ogni limitazione in ordine al campo di applicazione.Ma come possono coesistere ora due norme di cui, entro.000 euro, una (i voucher) vuole che si paghi un forfait del 25 e laltra (il.d.48, è possibile attivare il lavoro accessorio tenendo conto esclusivamente del limite di carattere economico ivi stabilito.Le vigenti disposizioni in materia, con specifico riferimento allart.Evidentemente (e a ragione) perché tanti artisti, saltuari e discontinui per antonomasia, storicamente pagati poco e, il più delle volte, in nero o in grigio, se fossero stati anche esentato dai contributi, seppur entro la sola fascia dei.000 euro, non avrebbero mai potuto giovarsi.Dati da cui trarre elementi dirimenti sufficienti per stabilire la fascia di esenzione di cui sopra.Vediamo ora che connessione cè tra i voucher e.d.(Vedasi il sub articolo in calce).E urgente istituire il Registro speciale degli Agenti, un codice deontologico rigoroso, se si vuole evitare il caporalato di agenti improvvisati o, daltra parte, se si vuole evitare la pessima abitudine dei musicisti che girano per i locali elemosinando il lavoro con il bigliettino.Fonte: Inps, leggi tutte le circolari ed i messaggi dellinps.Comma 188, norma specifica per il settore dello spettacolo.Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro.Solo un breve inciso sulla locuzione lavoro accessorio che ha valore restrittivo rispetto al lavoro occasionale regolamentato nella riforma del lavoro del 2003, a un anno di distanza dallassassinio del consulente dello Stato che laveva scritta, il compianto prof.Se in una situazione di crisi economica come quella attuale, la Siae non si decide ad abbassare le tariffe, continueranno sempre a mancare i denari per mettere in regola i musicisti.Ci sono i campionati per dilettanti diligentemente separati da quelli per i professionisti.I voucher possono essere utilizzati nello Spettacolo?Seconda Parte: LE perplessita, a prescindere da quanto sopra esposto, i voucher nel settore dello spettacolo stanno sollevando non poche perplessità.LIstituto, infine, sottolinea che, in relazione al lavoro accessorio svolto nel settore dello spettacolo, è escluso lobbligo di fare richiesta del certificato di agibilità di cui allart.

Una prima illogicità è di carattere generale.
Occorrere quindi una fascia di esenzione totale, una sorta di comma 188 per tutti,  legata alla natura dellevento e non.000 euro, peraltro difficilmente controllabili.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap